Come leggere Audiolibri anche gratis

Più di qualcuno li considera un surrogato della lettura, adatto a chi in fondo non ama leggere. Altri, semplicemente, li rifiutano perché non riescono ad abituarsi all’idea di non avere un libro tra le mani, fisicamente o al limite nel display di un lettore ebook. Gradualmente io sono arrivato a pensarla come Stefano Benni: libro e audiolibro sono in fondo «un incontro tra due diversi incanti». Al punto che ora, di fronte ad un titolo che mi interessa, scelgo la modalità di lettura: con gli occhi o con le orecchie? Nelle brevi righe che seguono vi dico cosa indirizza la mia scelta e come leggere Audiolibri anche gratis.

Come leggere Audiolibri anche gratis

Ho già affrontato il tema degli Audiolibri in un precedente post, nel quale indicavo i 5 dai quali iniziare nel mio ordine di preferenza. Aggiungo che mi sono accorto, nel corso delle settimane e continuando negli ascolti (magari durante un viaggio in treno o mentre corro), che la scelta del titolo da audioleggere per me dipende sopratutto da tre cose:

1) la voce narrante, chi legge e come legge è determinante: ho apprezzato moltissimo Sergio Rubini in Sostiene Pereira il capolavoro di Antonio Tabucchi o Toni Servillo voce de Il gattopardo di Tomasi di Lampedusa o Alba Rohrwacher che da un po’ mi tiene compagnia leggendo lo splendido Divorare il cielo di Paolo Giordano (sono pubblicati da Emons edizioni, li ascolto su Audible, una delle due piattaforme a pagamento più diffuse; l’altra è Storytel, che ha anche migliaia di titoli in inglese. Potete provare entrambe gratis per 30 giorni). A conferma di quanto ho detto, mi è capitato di non riuscire ad audioleggere “Le otto montagne” di Paolo Cognetti, testo che mi è piaciuto tantissimo in lettura tradizionale, vincitore del Premio Strega 2017. Il problema? Nessuna emozione dalla voce narrante, è difficile spiegare meglio. Accade.

2) il libro: mi sono convinto che non tutti i testi sono adatti agli audiolibri. Funzionano quelli che raccontano una grande storia: devi appassionarti per seguire il filo narrativo. Vanno benissimo i grandi classici, è un modo per rileggerli. Se la lettura è faticosa (mi è successo con La ragazza con la Leica, il romanzo di Helena Janeczek, premiato con il Premio Strega 2018), l’audiolettura generalmente non migliora le cose.

3) la possibilità di ascoltare gratis, perché no. Qui di seguito indico quattro modi, da me sperimentati, per avvicinarsi all’audiolettura senza spendere denaro.


Come leggere Audiolibri anche gratis.

a) utilizzare il podcast della trasmissione radiofonica di RAI3 RADIO “Ad Alta Voce”: «Dai Promessi sposi a Frankestein, da Pinocchio a Raymond Carver… con i suoi 200 titoli e oltre, di romanzi e racconti, Ad Alta Voce è la più grande biblioteca di audiolibri italiana. In diretta sulle frequenze di Radio3, dal lunedì al venerdì alle 17.00, in replica la notte alle 1.30. riascoltabile in streaming e scaricabile in podcast. A dar voce alle pagine delle letterature del mondo sono le migliori attrici ed attori italiani. A cura di Anna Antonelli, Fabiana Carobolante con Lorenzo Pavolini e Chiara Valerio».  Segnalo due cose: 1) in questo momento Tommaso Ragno sta leggendo “Il conformista” di Alberto Moravia; 2) gli amanti del racconto breve come me possono ascoltare I racconti di Raymond Carver letti da Ernesto Goio. Tutto gratis, non è poca cosa.

b) andare su Liber Liber biblioteca digitale accessibile gratuitamente, con molti classici della letteratura mondiale, ad esempio Il Circolo Pickwick di Charles Dickens

c) attraverso l’iniziativa americana Librivox, che distribuisce gratis molti classici della letteratura internazionale letti da volontari. Nelle varie lingue disponibili c’è anche l’italiano e titoli che spaziano da Leopardi a Collodi.

d) scegliendo uno degli oltre 1.500 audiolibri in italiano pubblicati su Audiolibri.org. Per esempio il breve Racconto di Natale di Dino Buzzati, disponibile qui.

Come leggere Audiolibri anche gratis

 

 

Rispondi