Ricomincio da Tre #2

“Forse la musica è la cosa più vicina all’amore. Ti eleva. Personalmente mi dà le emozioni più vicine a quelle che provo quando mi sento innamorato”. Attribuita a Ludovico Einaudi, mi ha stimolato ad avviare una nuova rubrica nel mio piccolo blog. Il nome è, in tutta evidenza, un omaggio a Troisi ma anche alla musica, alla sua capacità di aiutarci a ripartire nella vita. Nella rubrica 1 post 3 brani 3 didascalie. Alla ricerca di quel tipo di emozione. 

Nuovo album di Sergio Cammariere. “La fine di tutti i guai” è, semplicemente, un disco di canzoni d’amore. Per una volta, il musicista (che ho sempre trovato raffinatissimo) abbraccia vari generi, dal pop al blues, con il jazz che resta in disparte ma non è del tutto assente. Segnalo una delle canzoni d’amore, Solo per Te, con il suo testo.

Per Te/Ho perduto in un giorno ogni cosa che ho/Perché/Solo Tu in questo mondo mi manchi/Solo per Te/Ho lasciato ogni cosa che avevo laggiù/Da qualche parte/No, non ti so dire adesso perché/Lo sai/Solo per Te tu sai che io verrò/presto verrò lì a riprenderti/niente di Te si dimentica/io vivrò solo per Te/ancora mi sorprendi/come se/come se non ci fosse nient’altro che Tu/ed io/persi/in questo mondo che non so se esiste o no.

Solo per Te/mi chiedo da che parte andare/E quanti giorni davanti a me/senza Te/Tu che sei per me da sempre come sei/non so esprimerlo né spiegarmelo/Per Te/cosa ho fatto di questa mia vita non so/cos’è/che continuamente mi dà parole e note che restano là/nell’anima.

Amato, questo brano l’ho sempre amato. In particolare in questa versione, del 1977, di Grace Jones. Ricordo nitidamente che in quel periodo (e successivamente, per tutti gli anni ’80) sentivi il pezzo in ogni locale. Mi è tornato in mente per via di Pedro Almodovar: il brano entra improvvisamente (e felicemente) in Dolor y gloria, il suo ultimo film, presentato a Cannes, ora nelle sale. Vedetelo, è un Almodovar misurato e intimo e c’è una strepitosa interpretazione di Antonio Banderas.

Nicolò Santarelli in arte Nostromo, cantautore marchigiano classe ’94, ha pubblicato il singolo d’esordio “Giradischi”. Ci intravvedo belle potenzialità. Il video è diretto da Teo Filippo Cremonini e Andrea Dutto. Nostromo descrive il suo brano così: “Giradischi è la canzone del desiderio ma anche della rassegnazione ai colorati silenzi che riempiono le stanze. Giradischi è quell’amore particolare, quello che non si accetta facilmente ma si desidera più di ogni altra cosa.

Rispondi