Con i miei occhi: Lesina

Con i miei occhi, rubrica di immagini fotografiche, descrizioni, didascalie o semplici suggestioni. Precedenti post su Napoli e Venezia. Pubblico miei scatti, senza un criterio predefinito, a cavallo di luoghi, epoche, esperienze. Un solo filo comune: l’assenza di selfie, non li ho mai saputi fare, non mi piacciono.   

Fondata da pescatori dalmati, è vicinissima alle Isole Tremiti ed attira, anche per la sua particolare gastronomia di specialità lacustri, il guidatore giunto nei pressi del Gargano. Più che la Marina, è la Laguna la vera particolarità di questa cittadina italiana, in provincia di Foggia, poco più di 6mila abitanti che vivono prevalentemente di pesca. Un ambiente di particolare pregio naturalistico, che ospita molte specie autoctone stanziali e uccelli migratori. Nei miei scatti il racconto fotografico di una bella giornata a Lesina, nella quale ho mangiato molto bene. Il lettore più affezionato lo avrà capito: ciò condiziona l’opinione che mi formo di un luogo. E’ una delle mie debolezze.

il racconto fotografico di una bella giornata a Lesina
Il lungo pontile che attraversa parte della Laguna di Lesina invoglia a passeggiare. Intorno a te, adagiate, le poche case del paesino, porta Nord del Gargano.
il racconto fotografico di una bella giornata a Lesina
Nella locandina l’annuncio dei festeggiamenti solenni dedicati al patrono di Lesina, San Primiano martire. Particolarmente sentiti dai Lesinesi, prevedono, a maggio di ogni anno, vari eventi religiosi e civili ed una processione sulle acque lagunari.
il racconto fotografico di una bella giornata a Lesina
Nel racconto fotografico di una bella giornata a Lesina, un piatto dell’osteria Antiche Sere, nella quale ho mangiato bene. In foto le notevoli Orecchiette con cardoncelli, rape, salsiccia e caciocavallo podolico. Mi ha colpito (molto) anche l’antipasto di gamberetti fritti lacustri in letto di pomodoro verde. Sapori non comuni.
il racconto fotografico di una bella giornata a Lesina
Sullo sfondo la Laguna di Lesina, vista dalla strada che, in pochi chilometri, ti porta alla Marina e quindi al Mare. La sua origine è molto antica, forse dovuta all’accumulo di sabbie trasportate delle correnti del mare e all’opera del fiume Fortore, un tempo più ampio ed in parte navigabile, con affluenti che discendono dal Gargano.

Nell’opuscolo informativo turistico si legge: Gli specchi d’acqua dolce e salmastra e gli estesi canneti, rendono la parte orientale della laguna una delle più importanti aree di svernamento per gli uccelli acquatici. Tra le specie che trovano nutrimento nelle acque della laguna, ci sono svariati anatidi tra cui moriglioni, morette, mestoloni, codoni e fischioni. Molti degli uccelli che si possono osservare in laguna sono legati all’area per ragioni riproduttive: Il cavaliere d’Italia, ad esempio, depone le uova sulle lingue di fango ricoperte dalla salicornia.

Pesca e turismo, le principali attività economiche dei Lesinesi. A quanto pare anche dei loro più fedeli amici.

Fauna

Anche il martin pescatore, l’avocetta, il germano reale, l’alzavola, la moretta tabaccata, lo svasso maggiore e il tuffetto trovano nella laguna l’ambiente ideale per riprodursi. La fauna ittica è composta da specie che prediligono le zone maggiormente influenzate dalla presenza di acqua dolce come lo spinarello e la carpa e specie che vivono nelle zone più vicine al mare come la triglia, il sarago e l’occhiata. Tra i pesci diffusi nell’intero bacino, c’è il cefalo, la spigola, l’orata e il latterino.

Flora

Qui crescono specie differenti e caratteristiche. La flora in grado di vivere in terreni a contatto con l’acqua salata o salmastra, detta alofila, tappezza le sponde del lago. Tra le specie presenti spiccano la sueda marittima, la granata irsuta, la salicornia annua e la salsola soda. Lungo il litorale orientale, dove l’acqua è più bassa, cresce la cannuccia di palude insieme alla lisca maggiore e al falasco. Molte delle piante presenti in laguna sono ormai piuttosto rare e per questo rientrano tra le specie a elevato pregio naturalistico.

Nel video una breve ma interessante ripresa dall’alto di Lesina.

2 thoughts on “Con i miei occhi: Lesina

  1. Belli i tuoi scatti. In un momento dove la fotografia sta diventando l’arte del ritocco , vedere scatti veri che raccontano una storia è sempre un grande piacere per gli occhi. Grazie

Rispondi