Ortona: il pesce è un’idea semplice

Confesso che mi capita di apprezzare sempre di più sapori che sono nitidamente impressi nella mia memoria di ragazzo o adolescente. Forse è una prerogativa degli Over, non so. Certo è che qualche sera fa, ad Ortona, in Abruzzo, in un localino proprio di fronte allo splendido Castello Aragonese, ho ritrovato un sapore, un’idea di pesce semplice e gustosa che mi ha riportato indietro nel tempo. A quando mia zia Jolanda – per anni nella cucina di un frequentatissimo ristorante di Pescara che gestiva con il marito Concezio – preparava l’insalata di mare. Per me, da allora, rappresenta una sorta di “piatto del condannato a morte”, mi piace da pazzi, non ragiono – e quindi non ne ho mai abbastanza – quando è a regola d’arte, con la salsa verde: prezzemolo fresco, olio, acciughe, capperi, succo di limone, sale e, per chi vuole, uno spicchio d’aglio. Quella che ho assaggiato qualche sera fa all’Osteria San Domenico me l’ha ricordata molto da vicino.

Il menù nell’Osteria San Domenico di Ortona è giornaliero, scritto a penna, dipende dal pescato. Se siete disposti (come me) a pagare il prezzo di una possibilità di scelta ridotta, venite ricompensati con sapori autentici. Un’idea di pesce semplice e gustosa.

Si legge nella guida Osterie d’Italia 2020 di Slow Food: “genuina trattoria di mare, diventata nel tempo un punto di riferimento per gli amanti del pesce dell’Adriatico. Merito dello chef Sandro D’Ottavio e della sua scelta di trattare con estrema semplicità una materia prima sempre fresca, locale e di prima qualità”.

Insalata di mare: nell'Osteria San Domenico un'idea di pesce semplice e gustosa
La sublime insalata di mare
Pannocchie alla catalana: nell'Osteria San Domenico un'idea di pesce semplice e gustosa
Le ottime pannocchie (conosciute anche come cicale di mare) alla catalana
Polpo scottato: nell'Osteria San Domenico un'idea di pesce semplice e gustosa
Il convincente polpo scottato con verza, capperi e pomodori secchi
Spaghetti vongole e scampi: nell'Osteria San Domenico un'idea di pesce semplice e gustosa
Spaghetti vongole e scampi, un classico intramontabile della cucina di pesce dell’adriatico. Nel caso dell’Osteria San Domenico è preparato con cura.

La guida Slow Food avverte gli interessati: “L’offerta si articola in menù del giorno, con due tre o quattro portate, fino alla degustazione completa che prevede tre antipasti, un primo e un secondo. Inclusi nel prezzo anche dolci caffè e acqua.”. Nel piatto di dessert ottime neole con mosto cotto, immancabili ad Ortona. Eravamo in due, abbiamo speso 45 euro a testa, mangiando i tre antipasti e una porzione di spaghetti in due. Vino: abbiamo scelto la Ribolla gialla dell’azienda friulana Attems e preso una grappa a chiudere. Le porzioni erano ben equilibrate, i piatti tutti ben cucinati. Unica annotazione: i prezzi mi sono sembrati leggermente distanti dalla filosofia Slow Food, forse il conto (tutto considerando: la qualità della proposta ma anche l’accettazione di un menù sostanzialmente fisso) avrebbe potuto avere qualche euro in meno. Ci tornerò, in ogni caso. E con piacere.

Rispondi