Ortona: il pesce è un’idea semplice

Confesso che mi capita di apprezzare sempre di più sapori che sono nitidamente impressi nella mia memoria di ragazzo o adolescente. Forse è una prerogativa degli Over, non so. Certo è che qualche sera fa, ad Ortona, in Abruzzo, in un localino proprio di fronte allo splendido Castello Aragonese, ho ritrovato un sapore, un’idea di pesce semplice e gustosa che mi ha riportato indietro nel tempo. A quando mia zia Jolanda – per anni nella cucina di un frequentatissimo ristorante di Pescara che gestiva con il marito Concezio – preparava l’insalata di mare. Per me, da allora, rappresenta una sorta di “piatto del condannato a morte”, mi piace da pazzi, non ragiono – e quindi non ne ho mai abbastanza – quando è a regola d’arte, con la salsa verde: prezzemolo fresco, olio, acciughe, capperi, succo di limone, sale e, per chi vuole, uno spicchio d’aglio. Quella che ho assaggiato qualche sera fa all’Osteria San Domenico me l’ha ricordata molto da vicino.

Il menù nell’Osteria San Domenico di Ortona è giornaliero, scritto a penna, dipende dal pescato. Se siete disposti (come me) a pagare il prezzo di una possibilità di scelta ridotta, venite ricompensati con sapori autentici. Un’idea di pesce semplice e gustosa.
Read More

Reblog, stimoli dal web #1

Da oggi prende il via una rubrica: in Reblog segnalo articoli di altri blog che ho letto di recente e che mi sono piaciuti. Re-bloggo, in ordine sparso non di preferenza, post che mi hanno colpito, per le più svariate ragioni: trattano di un argomento a me caro, mi hanno fatto venire voglia di leggere, viaggiare, fotografare, ascoltare musica, andare al cinema. Li segnalo a voi perché sono scritti bene o sono originali, o, in definitiva, perché in me è scattato il fatidico “avrei voluto scriverlo io”.  Un mio personalissimo Reader’s Digest

√    L’ORA BLU AL GRAN SASSO: Andrea Federici è un fotografo di viaggio, con quindici anni di esperienza e scatti fotografici in oltre 30 paesi del mondo. Da abruzzese, mi ha emozionato la sua rappresentazione del Gran Sasso, non riesco a smettere di guardare queste foto, scattate con alle spalle Rocca Calascio. Ha ragione quando dice: «non dobbiamo sempre decollare e volare per ore prima di poter ammirare questi spettacoli». Davvero molto bravo.

Il Gran Sasso visto da Rocca Calascio. Foto di Andrea Federici.
Il Gran Sasso visto da Rocca Calascio, quando il sole è tramontato. Foto di Andrea Federici.

Read More

Non resisto al Rintrocilo di mare

«Portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di madeleine. Ma nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario».  Utilizzo le parole di Marcel Proust per descrivere – soprattutto ai lettori di questo piccolo blog che non sono mai stati in Abruzzo – cosa ho provato qualche sera fa, tornando in un paesino sul mare a me molto caro: San Vito Chietino. Non ero in una sala da tè, come il celebre scrittore, saggista e critico letterario francese; ma in una ospitale osteria a pochi passi dal mare e, davanti a me, avevo un Rintrocilo al sugo di pesce. Credetemi, assaggiarlo è un’esperienza irrinunciabile, da fare con gli occhi chiusi per dare tutta la concentrazione al palato. Vale da sola un week end sulla costa abruzzese.

Rintrocilo al sugo di pesce, piatto della gastronomia abruzzese

Read More

La mia pizza è differente

Viene attribuita a Dustin Hoffman la frase: «un Oscar, il sesso, un gelato e una pizza… Se avessi questo ogni giorno per il resto della mia vita sarei felice».  Non nego di concordare quasi completamente con il pensiero del grande attore americano ma questo articolo si concentra, con prudenza credo apprezzabile, su una sola delle sue necessità quotidiane, nella direzione che porta alla felicità. E vi parla della pizzeria che per me è un vero luogo dell’anima, il posto nel quale Arcangelo Zulli – una persona seria, con gli occhi vivaci, ben educata, d’altri tempi –  traduce in pizza le sue riflessioni, la costante ricerca su impasti, lievitazioni e ingredienti.

Lo faccio perché mi piace che i lettori di questo blog, soprattutto quelli che conoscono poco l’Abruzzo, scoprano l’insegna sotto la quale lui mostra, con continuativo esempio, come si può essere oggi seriamente slow food.

Sto parlando de La Sorgente, a Guardiagrele, un posticino proprio alle falde della Maiella, non molto distante da Pescara. E non sono il solo a ritenere la pizza di Arcangelo una delle migliori d’Italia, un’assoluta eccellenza.

Read More

Pescara, la città nuova

Pescara è una giovane signora di 91 anni. Nel mio scatto il nuovo Ponte Flaiano, da una prospettiva insolita e con effetto “cartolina” anni ’70.

Per scoprire Pescara puoi partire da qui