Con i miei occhi: Ålesund

Con i miei occhi, rubrica di immagini fotografiche, descrizioni, didascalie o semplici suggestioni. Precedenti post su Napoli e Venezia. Pubblico miei scatti, senza un criterio predefinito, a cavallo di luoghi, epoche, esperienze. Un solo filo comune: l’assenza di selfie, non li ho mai saputi fare, non mi piacciono.   

Deve la sua principale caratteristica ad una tragedia: lo spaventoso incendio del gennaio 1904, capace di radere al suolo gran parte della città, principale porto norvegese per l’esportazione dello stoccafisso. Bruciarono circa 850 edifici in legno, 10mila persone rimasero senza casa. Ålesund venne interamente ricostruita, questa volta in pietra e mattoni, con il sostegno finanziario dell’imperatore Guglielmo II di Germania, appassionato di quei luoghi. La ricostruzione avvenne con un’idea chiara: Ålesund sarebbe diventata una città museo in stile Art Nouveau. 

Ålesund la piccola città museo in stile Art Nouveau
Ålesund la città museo in stile Art Nouveau, nella parte settentrionale della regione dei Fiordi, in Norvegia. La vista dal belvedere di Aksla è imperdibile.
Read More

Con i miei occhi: Napoli

Con i miei occhi, rubrica di immagini fotografiche, descrizioni, didascalie o semplici suggestioni. Pubblico miei scatti, senza un criterio predefinito, a cavallo di luoghi, epoche, esperienze. Un solo filo comune: l’assenza di selfie, non li ho mai saputi fare, non mi piacciono.   

«Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli». Luciano De Crescenzo ha ragione, è la cosa che cogli subito, dopo poche ore in città. Ed in fondo è quello che ti aspettavi prima di venire, volevi essere catturato dalla filosofia di vita napoletana e rifletterci un po’ su. Poi scendi dal treno, esci da Napoli Centrale, giusto il tempo di pensare che ti ricorda James Senese e Pino Daniele che ti immergi nella metro per arrivare dalle parti di via Toledo. Qui vedi l’inaspettato: una fermata metro bellissima (e non è l’unica). Così, la prima foto che compone questo mio estemporaneo album sulla città di Troisi ed Eduardo è dedicata a lei.

la più bella fermata metro d'Europa a Toledo: c'era bisogno di un poco di Napoli
Per il Daily Telegraph, grazie ai mosaici della suggestiva galleria del mare di Bob Wilson, la fermata di Toledo, Napoli, è la più bella d’Europa.  Inaugurata nel 2012, è stata progettata dall’architetto spagnolo Oscar Tusquets, cui si deve lo splendido Petit Palau a Barcellona.

Read More

Con i miei occhi: Venezia

Con i miei occhi, rubrica di immagini fotografiche, descrizioni, didascalie o semplici suggestioni. Pubblico miei scatti, senza un criterio predefinito, a cavallo di luoghi, epoche, esperienze. Un solo filo comune: l’assenza di selfie, non li ho mai saputi fare, non mi piacciono.   

Come fotografare Venezia in modo meno convenzionale? Se ci pensate è il luogo, nel mondo, nel quale è più facile cadere nella visione stereotipata. Facile e, a volte, piacevole, dal momento che quello che vedi è di una bellezza disarmante. Solo che io, approfittando di due giorni insperati nella Laguna, mi sono autoimposto questa sfida: con la mia piccola Canon avrei cercato di realizzare un album un pò diverso. Ecco, in 10 foto, la mia Venezia di marzo 2019.

Venezia, una città ideale per gli appassionati di fotografia

Read More

Via di Tor Marancia 63

Cosa vedere a Roma quando pensi di aver visto tutto. Se avete già negli occhi una delle gettonatissime mete, con le quali la città eterna affascina i visitatori di tutto il mondo, posso darvi un consiglio. Mi riferisco a qualcosa che, pur frequentando spesso la Capitale, io non conoscevo, una meta meno scontata ma non per questo poco interessante.

Vi propongo di spingervi in via di Tor Marancia 63, reflex in spalla. Nel momento di una bella giornata di sole, ritagliatevi qualche ora di tempo, percorrete la Cristoforo Colombo e svoltate a sinistra quando intravvedete il palazzone della Regione Lazio. Ne vale la pena e non solo per scattare foto.

Read More

Le foto non finite di Pellegrin

Ha vinto 10 World Press Photo Award e numerosi altri prestigiosi riconoscimenti in tutto il mondo, come il Robert Capa Gold Medal Award e il Premio Eugene Smith. È membro dell’Agenzia Magnum dal 2005 (qui il suo portfolio).  Se vi piace la fotografia, vi suggerisco di vedere la mostra di Paolo Pellegrin, fino al 10 marzo nel MAXXI Museum di Roma. In viaggio per il mondo con la sua macchina fotografica, ha raccontato «uomini, guerre, emergenze umanitarie ma anche storie di grande poesia e una natura portentosa e pulsante».

Vi suggerisco di vedere la mostra di Paolo Pellegrin
Ritratto di donna. Congo-Brazzaville, 2013. Autore: Paolo Pellegrin

Attraverso oltre 150 immagini, numerosi inediti e alcuni contributi video, l’esposizione ripercorre vent’anni dell’attività di Pellegrin, dal 1998 al 2017.

Read More