Cose serie #3: The Sinner

Cose serie, rubrica di trecento parole per gli otto milioni di italiani che utilizzano il videostreaming, quindi Netflix ma non solo. Non si turbino i puristi: indietro non si torna, anche questo è cinema. Una promessa doverosa: leggete tranquilli, niente spoiler.

The Sinner, mini serie su Netflix. C'è sempre un motivo se una madre uccide.
Il detective Harry Ambrose, splendidamente interpretato da Bill Pulman, uno dei protagonisti centrali di The Sinner. Sarà lui a scoprire il perché del gesto di Cora: c’è sempre un motivo se una madre uccide.
Read More

Mi chiamo Ricciardi vedo i morti

Ho colmato, da poco, una lacuna. E ne sono felice. Da appassionato giallista, non avevo mai approcciato il Commissario Ricciardi di Maurizio de Giovanni. Eppure gli ingredienti c’erano tutti: una città come Napoli, ambientazione delle vicende, che ho imparato ad amare da qualche tempo; ed un personaggio affascinante che potrebbe presentarsi così: mi chiamo Ricciardi, vedo i morti.
Mi sono deciso ad iniziare “la saga” senza farmi spaventare dai tredici gialli già pubblicati. Forse perché ho letto la raccolta Sbirre ed il racconto che mi aveva convinto di più, “Sara che aspetta”, era proprio di de Giovanni.

Mi chiamo Ricciardi vedo i morti
Il giallo con il quale ha preso avvio la serie del Commissario Ricciardi: iniziate da qui
Read More

Oltre Montalbano: tre gialli sotto l’albero

Perché non approfittare del periodo natalizio per leggere? La poltrona giusta, la luce corretta, un bicchiere di vino rosso. Createvi un momento tutto vostro, che faccia da contrappeso ai riti natalizi, a volte fin troppo affollati. Da appassionato giallista, vi consiglio tre gialli sotto l’albero, di agevole lettura, per fare la conoscenza di tre personaggi diversi dal notissimo Commissario Montalbano o dallo splendido Rocco Schiavone (lo dico da lettore di Camilleri e Manzini).

1) Il commissario Kostas Charitos, Atene.

Il primo consiglio di lettura è «Ultime della notte» dello scrittore greco Petros Markaris, Bompiani editore. Si legge sulla quarta di copertina:

Il commissario Kostas Charitos legge solo dizionari. Lotta quotidianamente contro i bancomat. E’ sposato, la figlia se ne è andata di casa e per la moglie la televisione è l’unica consolazione. Odia i giornalisti, soprattutto la bella Ghianna Karaghiorghi, che si fa beffe di lui a ogni conferenza stampa. E vive ad Atene, una metropoli sospesa tra Oriente e Occidente, passato e presente, così simile e così diversa da una grande città italiana. Una metropoli che è teatro di una serie di delitti sanguinosi, in cui si incrociano immigrati clandestini ed ex spie dell’Europa dell’Est, trafficanti d’organi e cronisti troppo curiosi. E Charitos deve dire addio alla sua pigra routine.
”Ultime della notte”, pubblicato con grande successo in Grecia, Francia e Germania, segna la nascita di un personaggio indimenticabile, un poliziotto cinico e umano, scontroso e disarmato, alla ricerca di una verità nascosta in un mondo sempre più inafferrabile.

Read More