Le foto non finite di Pellegrin

Ha vinto 10 World Press Photo Award e numerosi altri prestigiosi riconoscimenti in tutto il mondo, come il Robert Capa Gold Medal Award e il Premio Eugene Smith. È membro dell’Agenzia Magnum dal 2005 (qui il suo portfolio).  Se vi piace la fotografia, vi suggerisco di vedere la mostra di Paolo Pellegrin, fino al 10 marzo nel MAXXI Museum di Roma. In viaggio per il mondo con la sua macchina fotografica, ha raccontato «uomini, guerre, emergenze umanitarie ma anche storie di grande poesia e una natura portentosa e pulsante».

Vi suggerisco di vedere la mostra di Paolo Pellegrin
Ritratto di donna. Congo-Brazzaville, 2013. Autore: Paolo Pellegrin

Attraverso oltre 150 immagini, numerosi inediti e alcuni contributi video, l’esposizione ripercorre vent’anni dell’attività di Pellegrin, dal 1998 al 2017.

Read More

Ho conosciuto Zerocalcare

Avevo visto il film La profezia dell’armadillo e sbirciato le sue raccolte tra gli scaffali delle librerie. Ma non lo conoscevo, in realtà. Non appartengo a quella “controcultura” che, soprattutto a Roma, ha contribuito a far crescere disegnatori di fumetti ma anche musicisti, street artist, scrittori, videomaker. Sono nato circa vent’anni prima di Michele Rech e non ho mai vissuto nella Capitale e quindi nella sua Rebibbia (da lui definita un’isola felice «tra San Francisco e Pescara»). Ma sabato mattina, in una splendida giornata di sole, sono andato al Maxxi e posso dire di aver conosciuto Zerocalcare.

Ho conosciuto Zerocalcare

La mostra personale a lui dedicata (la prima) “Scavare fossati – nutrire coccodrilli” è ricchissima: tavole, interviste, originali delle strisce apparse sul suo seguitissimo blog, manifesti di concerti, locandine per i centri sociali, storie realizzate per fanzine. C’è da leggere tantissimo, andateci con il giusto tempo, in modo non frettoloso (ma entro il 10 marzo). Capirete perché il fumettista è diventato un caso editoriale, capace di toccare quota 700mila copie vendute; perché i suoi fan si mettono in coda per ore per avere un suo disegno con dedica. Read More